Giorno di neve
Giorno di neve
Oggi mi sono svegliato e la mamma mi ha detto che posso restare ancora a letto perch? non c?? scuola. Il pulmino ? rimasto bloccato per neve. LA NEVE? Non ho voglia di restare a letto! Voglio subito vestirmi e andare a giocare fuori ma la mamma me lo viet
nessuna recensione 12,50 Aggiungi al carrello
Gita sulla luna
Gita sulla luna
? il giorno della gita scolastica. Destinazione: la Luna! La classe vola su un?astronave e, una volta arrivati, i bambini iniziano una giornata di avventurosa esplorazione con il maestro. Un piccolo astronauta per? si distacca dal gruppo per fermarsi a di
nessuna recensione 13,50 Leggi tutto
Gli Ughi e la maglia nuova
Gli Ughi e la maglia nuova

Gli UGHI avevano una caratteristica: erano tutti uguali! Avevano lo stesso aspetto, gli stessi pensieri, e avevano le stesse passioni. Finché, un giorno, uno di loro ebbe un’idea… Ecco gli UGHI: per essere diversi! Gli irresistibili nuovi personaggi del geniale … Continua

nessuna recensione 15,00 Aggiungi al carrello
Grande
Grande
Il piccolo Kai sembra un po’ arrabbiato perché suo fratello Nui è diventato grande. In realtà non un po’: è molto arrabbiato. Talmente tanto che lascia la sua casa per girare nell’oceano. Durante il suo viaggio, incontrerà alcuni dei più saggi animali marini. Così, quasi senza chiederlo, quando ritorna a casa, Kai non sarà lo stesso pesciolino che avevamo conosciuto all’inizio dell’avventura.

Una storia tanto profonda quanto il fondo dell’oceano!

nessuna recensione 16,00 Aggiungi al carrello
Grande E-Book
Grande E-Book
Pablo Choca ISBN: 9788894231090
  • ANNO: 2019
Il piccolo Kai sembra un po’ arrabbiato perché suo fratello Nui è diventato grande. In realtà non un po’: è molto arrabbiato. Talmente tanto che lascia la sua casa per girare nell’oceano. Durante il suo viaggio, incontrerà alcuni dei più saggi animali marini. Così, quasi senza chiederlo, quando ritorna a casa, Kai non sarà lo stesso pesciolino che avevamo conosciuto all’inizio dell’avventura.

Una storia tanto profonda quanto il fondo dell’oceano!

nessuna recensione 3,00 Aggiungi al carrello
Gufo, ? ora di dormire
Gufo, ? ora di dormire
Benvenuti a casa di Gufo! Gufo ? saggio e gentile, e vive tutto solo in una casetta nel bosco. Gufo ? felice quando pu? cenare in poltrona davanti al camino o infilarsi a letto sotto le coperte. Quando Inverno bussa con insistenza alla sua porta, Gufo lo
nessuna recensione 8,50 Aggiungi al carrello
Ho caldo!
Ho caldo!
Durante un caldissimo pomeriggio estivo, mentre il sole picchia inesorabile, un piccolo pinguino cerca un angolo d?ombra e, a furia di camminare, alla fine trova... l'ombra fatta da una foca! Per? anche la foca soffre il caldo e non ha alcuna voglia di fa
nessuna recensione 11,50 Aggiungi al carrello
I fantastici cinque
I fantastici cinque
Angela, Ollie, Simona, Mario ed Eric sono un gruppo di amici speciali. Ciascuno ha un talento fuori dal comune. Un giorno, durante una gita in campagna, qualcosa va storto: ma collaborando e sfruttando le diverse abilit?, i cinque riusciranno in una grande impresa! Gli esuberanti disegni di Quentin Blake rappresentano un messaggio potente: il mondo diventa un posto migliore, se ci godiamo ci? che possiamo fare, anzich? fermarci a ci? che non possiamo. Dal mitico illustratore dei libri di Roald Dahl. ?Mi sono chiesto: perch? non rendere alcuni ragazzi disabili protagonisti del libro? E non per essere ?politicamente corretti?, ma per mostrare la vita com?? veramente?
nessuna recensione 12,90 Aggiungi al carrello
I pani d’oro della vecchina
I pani d’oro della vecchina
Nelle terre innevate del Nord uno strano prodigio trasforma Aurore in pietra, disorientando la sua trib?. La metamorfosi porta via anche la sua memoria, ma un misterioso animale della foresta, Vokko, ? pronto a farle da guida spirituale e indicarle la via per tornare alla sua gente e ai suoi genitori. Per riuscirci ? necessario inventare una canzone che sappia raccontare il suo popolo e la sua tradizione, per tramandare per sempre alle generazioni future chi sono e da dove vengono. ?In un paese abbracciato al corso del fiume, dentro una casa bislacca, abitava una vecchia. Si dava ogni giorno un gran daffare per cucinare tante golose pietanze, e poi, la sera, sedeva alla finestra e si cullava allo spettacolo della nebbia che, salendo lentamente dal fiume, inghiottiva ogni cosa. I giorni passavano, uno dietro l'altro, senza che la vecchina della casa bislacca se ne preoccupasse. Ormai era talmente vecchia da aver perso il conto dei suoi anni.? Siamo all'inizio della storia. In copertina e sui risguardi, la vecchina ? comparsa due volte, mentre ? intenta a raccogliere pagnotte rosse. Della stessa scena fa parte una figura scura, senza volto, ha gambe corte, piedi e mani piccole. Pare aiuti la vecchina nella raccolta dei pani. Forse si conoscono, forse stanno per conoscersi. Non pare che l'uno disturbi l'altra, nell'aria c'? concentrazione e silenzio. [...] Quella della vecchina ? una presenza ardente, come dimostrano le pagine successive. La sua casa nel bosco ? il cuore della scena, ha in comune con la sua padrona il calore che emanano i corpi vivi. Siamo certi della presenza della vecchina dentro quelle mura, perch? da esse procede la stessa energia proveniente dalla figura della donna, quando si mostra esteriormente. Questa corrispondenza tra corpo visibile e corpo invisibile, ? particolarmente importante in una storia dove le dimensioni della comparsa e della sparizione sono determinanti. I Pani d'Oro della Vecchina racconta ai bambini la storia di una vita che continua in una morte. Potremmo affermare anche il contrario, cio? che I Pani d'Oro della Vecchina racconta ai bambini la storia di una morte che continua in una vita. [...] Cosa c'entra la bont? di un pane con la bont? d'animo? Scrive Simone Weil, in un breve saggio intitolato La persona e il sacro (Adelphi, 2012), che ?Dalla prima infanzia sino alla tomba qualcosa in fondo al cuore di ogni essere umano, nonostante tutta l'esperienza dei crimini compiuti, sofferti e osservati, si aspetta invincibilmente che gli venga fatto del bene e non del male. ? questo, anzitutto, che ? sacro in ogni essere umano.? ? questo che trattiene e sconcerta la morte tutte le volte che le si presenta l'opportunit? di rapire la vecchina e poi non lo fa. Per le stesse ragioni, la morte narrata da Gozzi e Lopiz non ? temuta, le si pu? parlare, la si pu? incontrare, si pu? con essa cercare il dialogo e ad essa accompagnarsi senza provare paura, pur sapendo che chi ? vivo trapasser?. Della morte abbiamo talvolta una percezione parziale, primitiva, intrisa di negativit? e di violenza. Escludiamo di poterci avvicinare a lei, comprendendola con dolcezza, come fa la vecchina e dubitiamo che l'infanzia possa entrare in questi discorsi senza subire traumi. I Pani d'Oro della Vecchina disarma l'esercito di tab? che cinge l'argomento ?morte? nella societ? contemporanea e mette in moto modi di pensare e di guardare alla morte e alla vita che non credevamo possibili, prima di avere letto il libro. Tra arte di impastare e filosofia scopriamo esserci punti di contatto. ?Il sapore dolce e speziato scompigli? la Morte, il pane sapeva tanto di Vita. [?] ?Squisita,? disse la Morte masticando. ?Ma non mi far? incantare un'altra volta, ormai il tuo Pane l'ho mangiato. Non perder? altro tempo. Vieni con me. Adesso.? ?Ma signora Morte, non ? certo per il Pane Dolce che ho abbrustolito tutte queste mandorle. I bambini aspettano ogni anno che io le impasti in una dolce spuma bianca e le trasformi in tanti torroni. L'impasto morbido deve raffreddare e solo il giorno dopo diventa croccante. Il segreto ? solo aspettare.? Non siamo tra le pagine di un ricettario, ma vorremmo vederli e assaggiarli per davvero, una notte di Natale, i dolci di questa vecchina.
nessuna recensione 14,00 Aggiungi al carrello
Il bucato della famiglia topini
Il bucato della famiglia topini
? giorno di bucato per la famiglia Topini: tutti scendono al fiume saltellando, l'acqua del fiume ? fredda ma ? bello bagnarsi i piedi. Ciaff, ciaff: si lava, si sfrega e si sciacqua! La rana parte per un viaggetto sull'asse del bucato, una topina si ripa
nessuna recensione 5,80 Aggiungi al carrello
Il buco con la storia intorno
Il buco con la storia intorno
Charlie trova un buco in mezzo al prato, lo raccoglie e se lo mette in tasca. Pessima idea: gli cade tutto per terra! Allora cerca di regalarlo, ma è più difficile del previsto: per la sarta o il barcaiolo, un buco è molto sgradito; il contadino ha già scavato tutti quelli di cui ha bisogno, e anche la signora delle ciambelle ne ha già in quantità. “Questo buco non serve a niente!” esclama Charlie. Ma il coniglio che lo ha seguito per tutta la città la pensa in un altro modo… Una storia per raccontare che ogni cosa, anche la più umile, può avere un grande valore: dipende tutto dai punti di vista! Occhio al coniglio: in ogni pagina i bambini possono divertirsi a cercare dove si nasconde.
nessuna recensione 15,00 Aggiungi al carrello
Il calabrone che ci vedeva poco
Il calabrone che ci vedeva poco
La quiete estiva di una casa di campagna ? rotta all?improvviso da una squadriglia di terribili insetti. Che scompiglio! Chi si nasconde sotto il tavolo, chi dietro le tende: solo una bambina abbastanza coraggiosa capisce che tanta agitazione pu? solo peggiorare le cose. Perci? si fa forza e quando ? chiaro che uno degli intrusi non avr? scampo. Postilla di Carlo Fruttero.
nessuna recensione 13,00 Aggiungi al carrello
Saldi! Il campo della madre
Il campo della madre
In questo bellissimo libro, una mamma kirghisa racconta… ad un campo della steppa, dove si reca spesso a meditare, la storia della sua vita. Una vita di grande amore. L'amore per Suvankul, un uomo conosciuto quando era ancora poco più che adolescente; l'amore per i tre figli, l'amore per Aliman, la nuora morta nel dare alla luce il primo nipotino. L'amore per questo bimbo e l'amore verso tutti, vicini, compagni di lavoro. La narrazione è semplice, essenziale, tale che pare di vivere gli avvenimenti dei quali parla al campo. Tolgonaj, che l'autore chiama “madre coraggio” è forte dell'amore che sa dare, orgogliosa di quanto fa per la famiglia ed anche per gli estranei. Ma c'è la guerra, con la sua crudeltà, ad impedire che Tolgonaj viva serenamente gli affetti e la gioia del lavoro e delle bellezze della Natura. Gli avvenimenti incalzano; la guerra si porterà via il marito ed anche i figli e a Tolgonaj non resterà che l'amore della nuora. Ma anche questa, dopo una sconvolgente esperienza, morirà. Resterà il piccolo Zanblot a dare conforto alla vecchia, battagliera nonna. È un libro scritto e “costruito” molto bene, che porta in mondi lontani, ma con sentimenti riconoscibili da tutti i popoli. Vi si legge tanta bontà, anche nelle vicissitudini più crudeli e soprattutto c'è un profondo respiro di poesia. Mariella Lombardo, Pagine Giovani XXII, 2, aprile-giugno 1998, 56 s.
nessuna recensione 9,82 9,00 Aggiungi al carrello
Il canto misterioso
Il canto misterioso
Autori: Max Bolliger,Jindra Capek Una notte il re ode in sogno un uccello dal bellissimo canto. Il giorno dopo ordina all'uccellatore di catturare tutti gli uccelli. Ma il canto che ha udito non appartiene a nessuno di loro. Et? di lettura: da 4 anni.
nessuna recensione 6,20 Aggiungi al carrello
Saldi! Il cappello di Topolina
Il cappello di Topolina
Topolina ha un bellissimo cappello, tanto bello che tutti lo vogliono provare. Il cappello passa così di testa in testa... Quando Topolina finalmente lo ritrova, il suo bel cappello rosso non è più lo stesso!
Quando un‘immagine racconta più di mille parole: questo è il primo “silent book” di Eric Battut.
Un libro sulla generosità e sull’ottimismo… Senza parole!
nessuna recensione 9,80 9,00 Aggiungi al carrello